Lucy lawless, attrice e cantante neozelandese, nota soprattutto per aver interpretato il personaggio protagonista della serie televisiva Xena-principessa guerriera, pochi giorni fa’, ha denunciato sulla propria pagina di facebook di aver assistito, mentre era a passeggio in via Fillungo a Lucca, ad un episodio di aggressione nei confronti di ragazzo africano. “
So I’m walking thru Lucca, Italy tonight behind 6 well-dressed ragazzi about 18-19 yrs old. A black boy rides by on his bike. One of the boys makes a chimp sound and claps his hands once loudly over his head. And yells, “Gaboon!” Another boy joins in, then a third, yelling and slow-clapping in menacing unison. The other boys smile (ruefully) but don’t join in. Maybe they don’t know how better to deal with it. “Orribile, ” I growl, “veramente orribile”. The boys are shocked that a grown up was so close thru the whole thing and called them on it. Had I been better prepared or had I better Italian, I would have explained calmly that past generations Italians were immigrants in our countries and that their behavior tonight is a form of terrorism. They are effectively and collectively terrorizing that young black man who is not wearing popped asshole preppy collars and pastel shorts like them. Maybe they like that idea. Probably not. More likely they are just mindlessly working out their testosterone on someone they perceive as weaker -the way chimps pack hunt prey. And there’s no doubt who were the chimps in this transaction. #apologiesToPrimates #giveNothingToRacism #speakUp.”

TRADUZIONE :

“Sono in Italia e mi trovo a passare da Lucca – scrive – e ho dietro di me 6 ragazzi ben vestiti, circa 18-19 anni. Un altro ragazzo nero viaggia in bici. Uno del gruppo fa il verso della scimmia e applaude con le mani sopra la testa. E grida: ” Gabon!”. Un altro ragazzo si unisce a loro e un terzo,. Tutti urlano e applaudono. Gli altri ragazzi sorridono ma non si uniscono. Forse non sanno come affrontare la cosa. Orribile, veramente orribile – ripete due volte l’attrice – ma soprattutto i ragazzi rimangono scioccati dal fatto che un adulto abbia assistito alla scena e li abbia richiamati. Se fossi stata più preparata o parlassi meglio l’italiano avrei spiegato con calma che le generazioni passate di italiani erano immigrati nei nostri paesi e che il loro comportamento di stasera è una forma di terrorismo. Perché denigrare quel giovane nero che non indossa i colletti preppy e i pantaloncini pastello come loro?. Forse a loro piace quell’idea. Più probabilmente è come buttando fuori il testosterone per prevalere su qualcuno che si percepisce come più debole come gli scimpanzé fanno con le loro prede. E non ci sono dubbi su chi fossero gli scimpanzé in questa transazione. #Apologiestoprimates #givenothingtoracism #speakup”.

“Siria”